I trend per l’Ospitalità del Futuro

Nel mio ruolo come esperta del property management ho avuto modo di scoprire che l’ospitalità è un mondo in continua evoluzione. Rispetto al passato, però, il cambiamento sembra essere diventato più rapido. Tanto che hotel e alberghi devono continuamente aggiornarsi, innovarsi e adattarsi ai cambiamenti in atto. Quali sono le principali tendenze? Quali modelli da seguire? Quali hotel hanno più possibilità di successo oggi e saranno sempre più ricercati in futuro? 

Ecco quali sono le principali tendenze dell’arredamento di lusso e non solo da tenere d’occhio per progettare l’ospitalità del futuro.

Gli Hotel del futuro

Una volta l’hotel era “standarizzazione”, oggi invece la parola chiave è unicità. E’ finita l’epoca in cui i grandi brand dell’ospitalità replicavano alberghi tutti uguali in giro per il mondo. I turisti di oggi sono alla ricerca di offerte uniche e diverse.

Esempi di hotel extra-ordinari sono gli hotel di ghiaccio, le case sugli alberi, le tende mongole e tutti gli alberghi che sono riusciti a realizzare atmosfere uniche e insolite.

Se un tempo l’albergo era quasi esclusivamente ricettività turistica, oggi può essere tante altre cose insieme. Coworking, spazio di lavoro, studentato, bookshop, negozio, piazza, punto di incontro… L’hotel del futuro è uno spazio ibrido che riesce ad accogliere e combinare più funzioni, aprendosi alla città e ai suoi abitanti.

La diversificazione delle funzioni crea ricchezza. Una ricettività aperta alla città, dove le diverse start-up insediate negli uffici e negli spazi di coworking possono usufruire anche dei servizi dell’albergo, dal bar alla segreteria, dalla palestra alla bellissima piscina con vista panoramica sulla città. Nelle piazze e negli altri spazi comuni dell’edificio si respira un’atmosfera intima ed informale.

Le camere confortevoli ed i servizi non bastano più. L’hotel vincente è quello che riesce a raccontare una storia. Infatti il saper raccontare storie sempre diverse attraverso gli spazi dell’hotel è importante, così gli ospiti possono immergersi nei racconti e vivere esperienze sempre uniche.

Quali storie può raccontare l’hotel? Storie legate al luogo, capaci di far emergere il famoso “genius loci”, ma anche raccontare storie legate ai proprietari della struttura, oppure racconti pensati per il tipo di clientela che si vuole attrarre.

Un recente studio universitario ha dimostrato come il verde, attraverso l’inserimento di pareti vegetali nelle aree comuni (ristorante, area meeting, ecc.), aumenti il tempo di permanenza media delle persone in quello spazio, e riesca a far crescere la loro spesa media.  Inserire elementi di natura all’interno dell’hotel è sempre più importante, possono essere semplicemente pareti di muschi verdi, che richiedono poca manutenzione e vivono dell’umidità presente nell’aria.

I viaggiatori Digital sono sempre più iperconnessi, impazienti di condividere le loro esperienze in tempo reale. Per loro la camera dell’hotel passa in secondo piano rispetto agli altri ambienti comuni dedicati allo svago, alla socializzazione e anche alla condivisione sui social. Un’altalena con vista panoramica, una scultura particolare nel giardino, una parete con #hashtag. I luoghi dell’hotel che riescono a creare stupore e sorpresa sono quelli che vengono fotografati, “instagrammati” e condivisi sui social media. 

Inoltre i turisti di oggi sono sempre più esigenti e attenti agli aspetti ecologici e dibenessere naturale. Sempre più persone vivono nelle grandi città ed in vacanza sentono il bisogno di ritrovare il contatto con sé stessi e con lanatura.

Conclusione

Come Property Specialist esperta in investimenti immobiliari la mia mission è seguire, con una partnership d’eccellenza, ogni operazione, dal primo incontro fino alla conclusione del contratto.

In questo modo i miei clienti beneficiano di un sistema integrato di competenze per il sistema immobiliare, nell’ambito della consulenza, gestione ed intermediazione. Contattami!

Richiesta informazioni

Ask for information