Mercato immobiliare italiano nel 2021 e le sue prospettive

Il mercato immobiliare avrà uno sviluppo progressivo e graduale, in un arco temporale da qui ai prossimi 5 anni.

La maggior parte degli investimenti immobiliari sarà rivolta al settore residenziale. Ma per meglio comprendere cosa si verificherà nel 2021, occorre osservare come si è concluso il 2020. Ecco i miei consigli come esperta di property management.

Il mercato immobiliare italiano nell’anno 2020

Il 2020 è sicuramente un anno da dimenticare e ci sono stati moltissimi cambiamenti. Prima che arrivasse la pandemia il mercato immobiliare stava vivendo una fase di moderata ripresa.

Da quando il virus ha iniziato a circolare i volumi di investimento hanno subito un calo, dapprima del 15% durante il primo trimestre dell’anno e successivamente una diminuzione del 27% nel secondo trimestre.

Nell’ultimo periodo dell’anno, grazie anche al rallentamento dei contagi e alla leggera ripresa economica, il calo registrato è stato del 6%: un dato abbastanza incoraggiante e che ci fa sperare nella ripresa del 2021.

Cosa si prevede per il mercato real estate italiano nel 2021

Le previsioni per il 2021 si soffermano su una ripresa del mercato, lenta ma costante. Il volume degli investimenti dovrebbe crescere con il conseguente aumento dei valori immobiliari.

I settori logistico, industriale, commerciale/alimentare e turistico/residenziale che saranno quelli maggiormente redditizi e dunque ricercati dagli investitori.

Gli investitori saranno invece alla ricerca di spazi adeguati alle nuove esigenze nate durante il periodo della pandemia: ambienti aperti e spaziosi, ampi magazzini per scopi logistici, immobili con stanze adibite allo smartworking.

Nel 2021 saranno protagonisti anche i costruttori che si dovranno impegnare a realizzare immobili adeguati a queste nuove esigenze.

Anche il settore logistico e quello food saranno al centro dei nuovi investimenti immobiliari e ad avere la peggio sarà invece il settore degli uffici.

L’idea è quella di progettare immobili con grandi spazi, postazioni adeguatamente suddivise per favorire il distanziamento sociale anche sul posto di lavoro, collocandoli in zone centrali, facili da raggiungere, in modo da limitare i lunghi spostamenti da parte dei dipendenti.

Durante la pandemia si è parlato molto anche di e-commerce, ovvero il nuovo modo di comprare da parte dei consumatori. Ed è in questo caso che si vede lo sviluppo del settore logistico: per i prossimi anni è prevista una grande crescita della richiesta da parte delle grandi e piccole imprese che saranno alla ricerca di ampi magazzini da utilizzare per i loro scopi logistici.

Per la ripresa del mercato immobiliare è stato individuato un piano d’azione parlando di:

  • flessibilità per le nuove esigenze e i nuovi modi di impiegare gli spazi;
  • miglioramento degli immobili per innalzare il valore di mercato immobiliare;
  • rigenerazione urbana per aumentare il volume degli investimenti;
  • soluzioni nuove e all’avanguardia per aumentare gli investimenti internazionali seppur non viaggiando;
  • sostenibilità per limitare al minimo l’impatto ambientale e sociale.

Hai bisogno di una Property Specialist? Contattami per una consulenza immobiliare!

Richiesta informazioni

Ask for information