Trasloco da una città all’altra, come gestirlo

Trasferirsi in Svizzera è l’obiettivo di molti italiani. Se anche il vostro futuro è in Svizzera, di sicuro non mancheranno cioccolata e fonduta. Ma dovrete anche affrontare sfide amministrative e organizzative, che potrebbero rivelarsi ardue per chi arriva dall’estero. Ma non vi preoccupate! Vi daremo tutte le informazioni necessarie sul trasloco in Svizzera e sui vostri diritti e doveri.

Come far filare tutto liscio

Avete trovato un lavoro e una casa in Svizzera. Complimenti! Sono due passi importanti. Ma sicuramente ci sono molte domande a cui state cercando risposta:
• Dove richiedere il permesso di soggiorno?
• Come funziona il sistema fiscale svizzero?
• Quali assicurazioni sono necessarie?


Ecco qualche informazione di partenza e qualche consiglio utile per il tuo trasferimento.


Permesso di soggiorno


l cittadini provenienti da un Paese UE/AELS possono trasferire la residenza in Svizzera e lavorare lì, senza permesso per un massimo di tre mesi. Dovete tuttavia annunciarvi alle autorità cantonali preposte al mercato del
lavoro.
Se volete restare in Svizzera per una durata superiore a tre mesi dovrete richiedere un permesso di
soggiorno presso l’ufficio migrazione del vostro cantone di domicilio. Esistono diversi permessi di soggiorno:


• Permesso di dimora temporanea L se soggiornate per un periodo inferiore a un anno. Questo permesso scade al termine del vostro contratto a tempo determinato
• Riceverete il permesso di dimora B se avete un impiego in Svizzera di durata superiore a un anno o a
tempo indeterminato. È valido per cinque anni e può essere rinnovato.
• Se avete soggiornato in Svizzera per cinque anni senza interruzioni riceverete il permesso di domicilio C. Non ha una data di scadenza ed è sottoposto a un controllo ogni cinque anni.


Fiscalità in Svizzera

Se ottenete un permesso L o 8 e percepite un reddito inferiore a 120 000 franchi siete assoggettati all’imposta alla fonte. Ciò significa che le imposte saranno detratte direttamente dal vostro salario e non siete tenuti a compilare la dichiarazione d’imposta. Anche il vostro patrimonio è imponibile a partire da una determinata soglia. Le disposizioni variano da un cantone all’altro.


Annunciarsi presso il comune di domicilio


Il permesso di soggiorno garantisce la vostra regolarità sul suolo svizzero. Inoltre dovete annunciarvi presso il controllo abitanti del vostro comune di domicilio entro 14 giorni dall’arrivo in Svizzera e in ogni caso prima dell’entrata in servizio. Dovrete presentare:
• un documento d’identità ufficiale
• una fototessera recente
• i documenti relativi al vostro stato di famiglia
• il contratto di lavoro in originale
• il contratto di affitto in originale.


Alcuni comuni potrebbero richiedere ulteriori documenti. Prima di recarvi al controllo abitanti vi consigliamo di consultare il sito web del vostro comune di domicilio. Anche il vostro cane deve essere annunciato al comune.


Disposizioni doganali e di ingresso relative ai suoi averi


Se provenite da un Paese UE/AELS (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e trasferite il vostro domicilio in Svizzera, gli oggetti che portate con voi come i mobili sono considerati masserizie di trasloco e possono essere importate in franchigia di dazio. A tal fine è sufficiente redigere un inventario degli oggetti importati e presentarlo in dogana. Dovete essere in possesso di questi oggetti da almeno sei mesi. Per sicurezza, meglio portare con sé una copia del contratto di affitto da presentare all’occorrenza in dogana.
Troverete maggiori informazioni sull’ingresso in Svizzera e sulle disposizioni doganali vigenti sul sito
dell’Amministrazione federale delle dogane.


Automobile


L’autoveicolo non deve essere sdoganato se ne siete in possesso da almeno sei mesi e non intendete rivenderlo in Svizzera. In dogana dovrete presentare la licenza di circolazione e il contratto di
acquisto. Fate convertire la vostra patente entro il primo anno dall’ingresso in Svizzera. Per ottenere una targa svizzera è necessario sottoporre il proprio veicolo a un controllo specifico.
L’auto deve essere assicurata in Svizzera. Per i veicoli a motore è obbligatoria per legge l’assicurazione di responsabilità civile, che vi protegge dalle conseguenze finanziarie se arrecate un danno a terzi con il vostro veicolo.


Previdenza


I contributi sociali obbligatori sono detratti automaticamente dal salario e sono:
• l’assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS), l’assicurazione invalidità (Al) e le indennità di perdita di guadagno (IPG): 5,275% del salario lordo (senza tetto massimo)
• l’assicurazione contro la disoccupazione (AD): 1,1% del salario fino a un massimo di 148’200 franchi all’anno, 0,5% sulla parte eccedente 148’000 franchi.
• la previdenza professionale (PP): in funzione delle rendite dell’assicurazione e dell’età dell’assicurato, I contributi ammontano al 7-18% del cosiddetto «salario coordinato». Scoprite di più sul sistema previdenziale svizzero.


Assicurazioni necessarie in Svizzera


Come già detto in Svizzera è obbligatoria l’assicurazione responsabilità civile per veicoli a motore.
Inoltre dovrete stipulare un’assicurazione malattia. Dovete provvedere voi stessi ad affiliarvi a una cassa malati, in quanto l’assicurazione malattia non fa parte dei contributi sociali elencati sopra. Fa eccezione l’assicurazione contro gli infortuni: se lavorate più di otto ore a settimana per lo stesso datore sarà lui a provvedere a questa assicurazione. In caso contrario dovrete aggiungerla alle coperture dell’assicurazione malattia.
Dopo l’arrivo in Svizzera avete tre mesi di tempo per scegliere una cassa malati. Potete scegliere liberamente tra le diverse casse malati autorizzate.
L’assicurazione responsabilità civile non è obbligatoria in Svizzera, ma vi consigliamo caldamente di stipulare un’assicurazione responsabilità civile privata. Questa assicurazione vi protegge dalle conseguenze finanziarie derivanti dalle pretese di responsabilità civile legali avanzate da terzi.
Considerate inoltre un’assicurazione mobilia domestica. Questa assicurazione copre le conseguenze finanziare derivanti da danni alle cose mobili in seguito per esempio a effrazione, incendio o inondazioni.


Amico a quattro zampe


Potete portare con voi in Svizzera il vostro animale domestico in franchigia di dazio. Si applicano in linea di massima le stesse disposizioni valide per gli oggetti di vostra proprietà Può sembrare estremo, ma così è. La dogana controllerà se l’animale è vaccinato e provvisto di chip. Al passaggio in dogana tenete dunque a portata di mano il passaporto europeo e il libretto delle vaccinazioni del vostro amico a quattro zampe.

Gestire il trasferimento con facilità

Se stai programmando il tuo trasloco da una città all’altra e non sai come fare a gestire tutto, hai trovato la consulenza dell’esperta di property management che ti serve e che ti renderà la vita facile! Contattaci per prendere un appuntamento!

Richiesta informazioni

Ask for information